Davvero – fumetti online di Paola Barbato – Puntata 30

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • MySpace
  • Yahoo! Bookmarks
  • Twitter

14 Commento a Davvero – fumetti online di Paola Barbato – Puntata 30

  1. KiKi Koy scrive:

    hmmm..non mi fa impazzire…e non riconosco nè Selena nè Martina 🙁
    Chiedo scusa, ma è la mia opinione 😛

  2. Daniela Mela scrive:

    Martina sbatte la faccia sulla realtà: è ora di fare scelte, prendersi delle responsabilità.. I like it! 🙂 Prima o poi il limbo doveva terminare! Complimenti per lo stile delle tavole ed i colori, belle sfumature e luci! Attendiamo la prossima puntata! 😉

  3. Flavio scrive:

    Figure un pò troppo “statiche”….non vedo movimento nelle forme (le espressioni invece mi piacciono abbastanza)….la colorazione e le luci sono quelle che preferisco….Stucchevole il fatto che Martina pronunci quel “E io cosa farò?”….ingenuissimo e immaturo….la risposta di Selene è un pugno in pieno viso….Selene sta rubando la scena alla protagonista…la cosa è voluta o è “sfuggita un pò di mano”?

    • Paola Barbato scrive:

      Non c’è niente che non sia stato voluto o scelto. Compresa la percezione dei personaggi da parte dei lettori. Ma perché continui a chiamarmla Selene? Si chiama Selena come la cantante, non Selene come la pornostar.

    • Kikka84 scrive:

      Beh, quello di Selena è un personaggio dalla caratterizzazione forte, rappresenta la personalità di chi (così almeno mi ispira) nella vita s’è dovuta fare le ossa da sola. Credo che gli autori volutamente la facciano spiccare in maniera così marcata rispetto ad altri, perchè chi ha più esperienze di vita e desidera dare dei “consigli educativi” a chi vuol bene deve per forza di cose essere talvolta brusca e incisiva, e, d’altra parte, la protagonista credo che non necessariamente debba sempre essere quella “sotto i riflettori”. Martina è di fatto, per il momento, ancora molto ingenua e immatura… Si è aggrappata all’unica della casa che le abbia dimostrato affetto e comprensione, forse l’unica, finora, un po’ più generosa e disponibile al dialogo, ed è normale che Selena sia diventata il suo principale punto di riferimento. E’ uno shojo-manga italiano che rappresenta il percorso della crescita di una persona… Ci sta che la nostra protagonista non sia ancora totalmente pronta alla vita e una come Selena cerchi, per il bene dell’amica, di “svezzarla”! 😉

      • Paola Barbato scrive:

        Selena non è esente da difetti ed emergeranno tra non molto. Nessun personaggio è solo bianco o nero, solo positivo o negativo, soprattutto in questo ho cercati di rispecchiare la realtà e sono contenta quando questo aspetto viene colto. Grazie Kikka.

        • Kikka84 scrive:

          Infatti, per quel che posso capirci, trovo che personaggi come Martina in primis, Rosco, Alessia e la stessa Selena abbiano dato, già a questo punto della storia, un buon preludio delle loro “zone” di luce e di ombra. Penso che saper rappresentare la poliedricità di un personaggio sia una delle caratteristiche principali dell’autore che si proponga di dipingere il reale e che voglia essere serio. Credo che in questo tutti Voi abbiate colto nel segno perfettamente. Sempre in relazione a quanto riesca a capirne io. Naturalmente sono curiosissima di scoprire le nuove zone d’ombra di Selena, che finora è il mio personaggio preferito, lo ammetto. 😛

          • Paola Barbato scrive:

            C’è un personaggio che deve ancora uscire, lo sto gestendo a fior d’acqua, ma è fondamentale…

  4. Alessandro Tinchini scrive:

    Lascio solo ora il mio primo commento perché amo dare la mia opinione solo a un certo punto dell’opera. Ho ritrovato molto dei tuoi personaggi tipo e Martina Ferrari rappresenta la protagonista con cui non per forza e non subito si instaura un’empatia. Quella viene col tempo.
    E’ un’opera audace e dinamica, viva, fatta di carne ed emozioni. Credo che solo tu avresti potuto convogliare questo tipo di forza ai testi e ad ogni personalità. Complimenti per l’operazione; abbiamo bisogno di questo tipo di approccio in un periodo “oscuro” come quello che vive l’editoria.
    Attendo con brama e desiderio giovedì prossimo!

    Un saluto

  5. Flavio scrive:

    Cavolo!….adesso vedo….stupenda la borsa di Selena!!…:-)))))

  6. MoMoRiddle scrive:

    Selena è quella che ha mostrato la caratterizzazione migliore fino ad adesso, direi. Ma credo sia spontaneo farsi piacere un personaggio così, no? 😀 E’ troppo grandiosa.
    I disegni…beh, io non sono nessuno per fare chissà che critica però veramente in alcune vignette le donne sono troppo mascoline (Serena è un giovane ragazzo, sul serio, più la guardo e più mi riesce difficile vederla donna, da come è disegnata :/) Nell’ultima vignetta della terza pagina Alessia non l’avevo riconosciuta. Ho pensato che fosse un invitato alla festa che mi ero persa e poi quando ho concluso che era lei…cioè, no, mi era parso proprio un uomo D: Consiglierei forse al disegnatore di stare più attento a questo.
    E anche di migliorare le espressioni perchè alcune volte le trovo poco comunicative.
    Per il resto…ci mancherai Selena se te ne vai, ma Martina, svegliati un po’ bella di mamma XD

Lascia un commento